Con l'invecchiamento della popolazione, la complessità chirurgica aumenta per via dell'accumulo di comorbità2

Almeno il 62% degli adulti di età compresa tra 65-74 anni presenta più comorbidità2

 
 
81.5%
62%

La prevalenza di più comorbidità aumenta all'80% nei pazienti adulti di età >852

Entro il 2060, la popolazione di età pari a 65 anni e oltre sarà più del doppio3

Molti pazienti presentano comorbidità o usano farmaci che possono compromettere lo status di coagulazione

1 su 7

adulti con insufficienza renale4

30%

della popolazione statunitense usa aspirina a basso dosaggio per la prevenzione delle malattie cardiovascolari5

1 su 50

adulti che presentano patologie epatiche6

1 su 3

adulti a cui sarà diagnosticato il cancro nel corso della vita7

Trovi che questo contenuto ti sia stato utile?
 
 
 
 

Uno status compromesso della cascata emocoagulativa aumenta il rischio di complicazioni emorragiche intraoperatorie8

Guarda l'intero processo di coagulazione in azione
 
Ma che succede se lo status di coagulazione del paziente è compromesso?
 
Trovi che questi video ti siano stati utili?
 
 
 
 

Gli emostati topici attivi sono più efficaci degli emostati passivi9-11

   
 
   
     
A
Attivi
     
P
Passivi
 

Funzionano indipendentemente dalla capacità del paziente di generare fattori di coagulazione per ottenere l'emostasi

   
     
 

Efficaci indipendentemente dallo status di coagulazione

   
     
 

Efficaci su un'ampia gamma di emorragie

   
     
 
         

A differenza degli emostati passivi, gli emostati attivi sono in grado di controllare una più ampia gamma di emorragie, da lievi a gravi9

 
Emostasi raggiunta
in 10 minuti*
P
Passivi
A
Attivi
 
 

Gravità dell'emorragia

 

Scopri di più in merito alla prima scala emorragica intraoperatoria accettata dall'FDA e convalidata dai chirurghi.

*Basata su dati preclinici. I risultati possono non essere correlati alle prestazioni negli umani.

I prodotti emostatici attivi sono disponibili come sospensioni, colle di fibrina o patch avanzati

A
Prodotti emostatici attivi
  • Flowables(trombina + gelatina)

  • Colle di fibrina

  • Trombina stand-alone

  • Patch avanzaticon PEG o colla di fibrina

P
Prodotti emostatici passivi
  • Cellulosa ossidata

  • Collageni

  • Polveri

  • Spugne in gelatina

  • Sfere polisaccaridiche

Trovi che questo contenuto ti sia stato utile?
 
 
 
 

L'impiego di un emostatico attivo potrebbe migliorare significativamente gli esiti e aiutare gli ospedali nel contenimento dei costi10, 12

A confronto con un emostatico passivo, l'uso di un emostatico attivo può determinare:

 

x6

emostasi più rapidanelle emorragie da lievi a moderate, indipendentemente dallo
status di coagulazione e dalla velocità di sanguinamento iniziale9*

*Dati preclinici. I risultati possono non essere correlati alle prestazioni negli umani.

 

24 min

Tempo operatorio più breve negli interventi cardiovascolari10
 

53%

tasso di trasfusione inferiore negli interventi cardiovascolari10
 

67%

tasso di revisione più basso negli interventi cardiovascolari10
 

38%

riduzione delle complicanze minori negli interventi cardiovascolari10
 

$ 5,38 m

risparmio netto annuale con uso esclusivo di emostati
attivi in interventi cardiovascolari12
Trovi che questo contenuto ti sia stato utile?
 
 
 
 

In base agli appunti di Matthew, quale sarebbe la strategia emostatica più appropriata?

(selezionare di seguito Attiva o Passiva)

Nome: Matthew B.
Età: 68 anni
Intervento: Bypass aorto-coronarico
Appunti e osservazioni:
  • - Precedenti di insufficienza renale
  • - In terapia con NOAC per Fib A
  • - Doppia terapia antiaggregante
  • - Nutrizione Integrazione giornaliera con olio di pesce
Agente emostatico

È tempo di pensare alla tua strategia emostatica

Condividi con noi le tue opinioni!*

Concordi sul fatto che la coagulazione del paziente dovrebbe influenzare la scelta dell'emostatico?
Utilizzeresti un emostatico attivo come emostatico topico di prima scelta?

*Tutte le informazioni e i dati personali saranno trattati con la più stretta confidenzialità

È tempo di Think Active

Chiedi di essere contattato

Parla con noi della tua strategia di emostasi attiva!

Contattaci

Scopri di più

Accedi ad articoli fondamentali sulle complicazioni emorragiche e gli emostati topici

L'uso di agenti emostatici topici nella chirurgia cardiotoracica

Raccomandazioni basate sull'evidenza per l'uso di agenti emostatici topici nella chirurgia cardiotoracica.

Trial clinico randomizzato, prospettico della matrice FloSeal in cardiochirurgia

Studio clinico randomizzato prospettico che confronta un emostatico attivo (FLOSEAL) con un emostatico passivo

Inefficienze nell'utilizzo del sangue: opportunità per esiti migliorati e azione strategica

Riepilogo dell'incontro tra Baxter e gli esperti sulle tendenze fondamentali della gestione delle emorragie e l'esigenza di una formazione sulla gestione delle emorragie.

Impatto delle complicazioni associate all'emorragia e/o alle trasfusioni di prodotti ematici sui costi ospedalieri per i pazienti chirurgici

Analisi retrospettiva sulle complicazioni emorragiche in 1,6 milioni di interventi chirurgici in più specializzazioni eseguiti negli USA

Impatto economico sull'ospedale relativo all'uso di matrice emostatica in cardiochirurgia

Schema costi-conseguenze applicato ai risultati di un trial clinico che confrontava emostatici attivi e passivi in 209 pazienti sottoposti a intervento di chirurgia cardiaca

Scopri di più

Accedi ad articoli fondamentali sulle complicazioni emorragiche e gli emostati topici

L'uso di agenti emostatici topici nella chirurgia cardiotoracica

Raccomandazioni basate sull'evidenza per l'uso di agenti emostatici topici nella chirurgia cardiotoracica.

Trial clinico randomizzato, prospettico della matrice FloSeal in cardiochirurgia

Studio clinico randomizzato prospettico che confronta un emostatico attivo (FLOSEAL) con un emostatico passivo

Inefficienze nell'utilizzo del sangue: opportunità per esiti migliorati e azione strategica

Riepilogo dell'incontro tra Baxter e gli esperti sulle tendenze fondamentali della gestione delle emorragie e l'esigenza di una formazione sulla gestione delle emorragie.

Impatto delle complicazioni associate all'emorragia e/o alle trasfusioni di prodotti ematici sui costi ospedalieri per i pazienti chirurgici

Analisi retrospettiva sulle complicazioni emorragiche in 1,6 milioni di interventi chirurgici in più specializzazioni eseguiti negli USA

Impatto economico sull'ospedale relativo all'uso di matrice emostatica in cardiochirurgia

Schema costi-conseguenze applicato ai risultati di un trial clinico che confrontava emostatici attivi e passivi in 209 pazienti sottoposti a intervento di chirurgia cardiaca

Ti invitiamo a condividere questa risorsa con i tuoi colleghi per diffonderne la conoscenza

Trovi che il contenuto di questo sito ti sia stato utile?
 
 
 
 

Bibliografia

1. Stokes ME, et al. BMC Health Services Research 2011;11:135; 2. Salive ME. Epidemiol Rev 2013;35:75–83; 3. Mather M, et al. Aging in the United States. Population Bulletin 70, 2015. Disponibile su: https://www.prb.org/wp-content/uploads/2016/01/aging-us-population-bulletin-1.pdf (Accesso eseguito Gennaio 2020); 4. Centers for Disease Control and Prevention. Chronic Kidney Disease Surveillance System. Available at: https://nccd.cdc.gov/ckd/default.aspx (Accesso eseguito Gennaio 2020); 5. Stuntz M, et al. Prev Med Rep. 2017;5:183–186; 6. Centers for Disease Control and Prevention. Chronic Liver Disease and Cirrhosis. Disponibile su: https://www.cdc.gov/nchs/fastats/liver-disease.htm (Accesso eseguito Gennaio 2020); 7. American Cancer Society. Facts & Figures 2019: US Cancer Death Rate has Dropped 27% in 25 Years, Jan 2019. Disponibile su: https://www.cancer.org/latest-news/facts-and-figures-2019.html (Accesso eseguito Gennaio 2020); 8. Corral M, et al. Clinicoecon Outcomes Res 2015;7:409–21; 9. Slezak P, et al. J Invest Surg 2020; ePub ahead of print; 10. Nasso G, et al. Ann Thorac Surg 2009;88:1520–6; 11. Bracey A, et al. Ann Thorac Surg 2017;104:353–60; 12. Tackett SM, et al. J Med Econ 2014;17:670–6.

Torna
su